Seminario SOSPESO: Il Trentino-Suedtirol nell’Età della pietra

SEMINARIO SOSPESO AI SENSI DEL DPCM 9 Marzo 2020 e rinviato a data da destinarsi.

******************************

Il prossimo 21 Marzo 2020, alle ore 15:00, si terrà un seminario, organizzato dalla Compagnia d’Arme Luporum Filii, Associazione di rievocazione storica, che consentirà un tuffo nella storia del Trentino-Südtirol, con un approfondimento riguardante l’Età della Pietra.

martorelli-damiano-seminario-trentino-eta-pietra

45000 anni fa, durante l’ultima glaciazione, il Trentino-Südtirol era sotto un’immensa coltre di ghiaccio, spessa quasi 2 km, che fluiva a circa 1500 metri rispetto al piano campagna attuale, lasciando apparire solo le cime più alte, come il Bondone o la Paganella. Questa coltre bianca ha pertanto cancellato ogni traccia antropica precedente: i più antichi rinvenimenti sono attribuibili all’uomo di Neanderthal nel cosiddetto Paleolitico medio, all‘interno di una fascia altitudinale delimitata a valle dalle quote raggiunte dalle lingue glaciali dell‘Adige e del Sarca, nell’area del Monte Baldo.

Occorrerà attendere l’11000 a.C., durante la deglaciazione, per assistere alla lenta colonizzazione dell’odierno Trentino-Südtirol.

Il Seminario si propone, quindi, di ripercorrere le tappe fondamentali di questa età pionieristica, in cui l’uomo lentamente risale l’asta dell’Adige, nel periodo convenzionalmente definito Età della pietra, fino a circa il 3600 a.C.

Relatore: Ing. Damiano Martorelli, PhD
Ingegnere, storico e archeologo, svolge attività di ricerca e consulenza nel campo del cultural heritage sia in proprio, sia come ricercatore afferente al Laboratorio di Beni Culturali nel Dip. di Ingegneria Industriale dell’Università di Trento. Il suo campo di specializzazione è la modellizzazione di protocolli d’indagine non distruttiva ai raggi X di reperti archeologici.

Quando: Sabato 21 marzo 2020, Ore 15:00 – Ingresso libero.
Sede: Sala Arturo Rossi, c/o Cassa Rurale Alta Valsugana, Via Verdi, Pergine Valsugana (TN)

Per info: luporumfilii.tn@gmail.com

Nuova edizione del saggio: L’Alto Adige/Südtirol dalla caduta dell’Impero Romano all’avvento di Carlo Magno (V-VIII secolo)

Novità/NewsDa oggi è disponibile la nuova edizione economica del saggio: “L’Alto Adige/Südtirol dalla caduta dell’Impero Romano all’avvento di Carlo Magno (V-VIII secolo). Un nuovo approccio scientifico” di Damiano Martorelli.

Formalmente nel 476 d.C. l’Impero Romano d’Occidente giunse al suo epilogo, con la deposizione dell’ultimo imperatore Romolo Augustolo da parte del generale Odoacre; ma l’evento non ebbe in realtà una tale risonanza all’epoca: per dirla col Momigliano, fu “la caduta senza rumore di un impero”.Damiano Martorelli - L'Alto Adige/Suedtirol dalla caduta dell'Impero Romano all'avvento di Carlo Magno

L’attuale Alto Adige/Südtirol, nel periodo storico che va dalla caduta dell’Impero d’Occidente all’avvento di Carlo Magno (V-VIII secolo), si trovò ad essere sempre più terra di confine: una terra posta al centro delle dinamiche di potere delle potenze Longobarda, Franca e Baiuvara emergenti.

L’autore, basandosi sulle poche fonti storiche disponibili e sui ritrovamenti archeologici, riletti, riordinati e integrati con i dati di altre discipline scientifiche, ricostruisce in questo saggio il quadro dell’epoca e di cosa accadde in oltre tre secoli di confronti, non solo armati.

Edizione Youcanprint, 2017, ISBN: 9788892697850. Disponibile nelle migliori librerie e bookstore online (ad esempio: Feltrinelli.itAmazon.it, InMondadori.it, Ibs.it)