\r\n"}]}

Antologie Lunari a Roveré della Luna

Il 28 – 29 – 30 Giugno il maestro Gentile Polo svela le sue ANTOLOGIE LUNARI nell’ambito dell’evento “Volti alla Luna” che a Roveré della Luna ha raggiunto quest’anno la sua 18° edizione!

2019 - 2019_Volti-alla-Luna_EVENTO_Antologie-Lunari.jpg

L’evento “Volti alla Luna” offre ogni anno al sempre più vasto pubblico una tre giorni di festa fra laboratori per bambini ed esposizioni di Arte, stand di Musica per tutti i gusti e moltissimi stand di Gastronomia, dove è possibile gustare dai prodotti locali ai finger food più amati dai giovanissimi.

Fra le importanti esposizioni di arte contemporanea l’edizione Volti alla Luna 2019 vedrà inaugurare questa sera alle ore 17.00 la mostra personale antologica ANTOLOGIE LUNARI dell’artista rotaliano Gentile Polo.

Come suggerisce il titolo, la mostra illustrerà l’evoluzione artistica dell’artista Gentile Polo dagli anni giovanili alla maturità acquisita in seguito agli anni di volontariato in Africa, nella regione del Dawro Konta in Etiopia.

L’evoluzione scolastica dell’acquerello, della percezione del colore dalla tecnica classica alla vivacità e pienezza del sole africano è immediata e palpabile e sorprendente, mai scontata.

Alla mostra ANTOLOGIE LUNARI sarà possibile ammirare lavori editi ed anche diversi soggetti e sculture inedite, parte del muro realizzato per la mostra internazionale “Il Muro al muro” tenutasi a Palazzo Thun in Trento per i trentanni dalla caduta del Muro di Berlino e, in anteprima assoluta, la scultura che verrà esposta per la prossima edizione a scopo benefico di “Anime senza voce” presso il Palazzo della Racchetta di Ferrara.

2019 - tanto-gentile-e-tanto-onesta-pare_la-Berlino-mia_Gentile-Polo_2019.jpg

Il 28 – 29 -30 Giugno quindi non mancate alla 18° Edizione di “Volti alla Luna” con la mostra personale dell’artista Gentile Polo ANTOLOGIE LUNARI, visitabile presso le sale dell’antica rosticceria del centro di Roveré della Luna (Tn – IT) in Piazza del Municipio.

La mostra ANTOLOGIE LUNARI è visitabile liberamente e durante i seguenti orari:

VENERDì 28 Giugno : 17. – 23.00

SABATO 29 e DOMENICA 30 Giugno: 10. – 12.00 / 17. – 23.00.

L’accesso alla mostra è reso possibile tramite marciapiede di accesso facilitato anche ai portatori di handicapp.

A 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, a Palazzo Thun si va in mostra contro ogni barriera!

Il muro … per ogni muro che cade ne sorge uno nuovo.

E’ un triste fatto di cronaca la costruzione del muro americano voluto dal Presidente Donald Trump per arginare la grande migrazione di intere famiglie messicane in cerca di un futuro.

Ma i muri sono anche quelli che costruiamo giornalmente verso il prossimo, con il razzismo, l’omofobia, il bullismo nelle scuole, la violenza contro i bambini e le donne, ma anche con l’indifferenza verso i più deboli e gli emarginati.

Nel trentennale dalla caduta del Muro di Berlino diventa quanto mai importante ricordare per comprendere ed abbattere tutte le barriere.

L’Arte non poteva esimersi da questa sfida, dando vita alla mostra “Il Muro al muro” nelle splendide sale di Palazzo Thun in Trento (IT).

polo_gentile - Il-Muro-al-muro_BLOG_Gentile-Polo.jpg

Il 05 Aprile 2019 un muro di legno sorgerà a Palazzo Thun per essere dipinto da undici artisti locali e internazionali e poi abbattuto, mattone dopo mattone, in memoria del triste Muro di Berlino che divise famiglie e uno stesso popolo, e costò la vita a centinaia di persone che tentarono di superarlo.

In ricordo delle vittime ogni mattoncino in legno conterrà un nome e alcune citazioni sul Muro e potrà essere preso dal pubblico in ricordo dell’evento storico e artistico!

L’abbattimento del muro artistico darà il via alle performance di due noti artisti trentini: il poliedrico Paul Sark, con la sua interpretazione musicale e recitativa a tema introdotto dai suoi fantastici libri oggetto, libri che racchiudono storie e sprigionano emozioni tridimensionali; e la performance del poeta ironico e irriverente Angelo Magro, a stemperare con eleganza la difficoltà del tema preso in esame.

Il Muro al muro darà poi spazio alle sensazioni visive, attraverso le foto storiche del berlinese Günther Schaefer ed i quadri commemorativi dei colleghi Jörg Weber, Gabriel Heimler, Kani Alavi e Fulvio Pinna, fra i rappresentanti più autorevoli degli artisti internazionali che hanno avuto l’onore di dipingere sul Muro di Berlino in occasione della sua caduta.

Questi artisti berlinesi saranno accompagnati dalle opere dell’artista triestino Sandro Ramani e da altrettanti maestri dell’arte trentina, fra cui Rita Demattio, Edgar Caracristi, Claudio Cavalieri, Antonello Serra e l’artista rotaliano Gentile Polo dello Studio d’Arte Gentile Polo.

Il 05 Aprile Vi aspettiamo dunque dalle ore 18.00 per festeggiare con noi lo storico evento del trentennale della caduta del Muro di Berlino con l’evento artistico “Il Muro al muro”!

Venite ad abbattere insieme a noi il Muro a Palazzo Thun in Trento ed a brindare con i protagonisti e l’ottimo vino Teroldego D.O.C. offerto all’evento dall’Azienda agricola BETTA LUIGINO e l’Arte contemporanea!

polo_gentile - Etichetta-vino_BLOG_Gentile-Polo.jpg

L’evento artistico commemorativo “Il Muro al muro”, organizzato con la collaborazione dell’Associazione culturale Event Art e dell’amico Alenis Lauri, per la sua rilevanza storica, sociale e artistica ha ottenuto il patrocinio del Comune di Trento e proseguirà la sua esposizione nelle splendide sale di Palazzo Thun fino al 21 Aprile 2019, con orario 10. – 12.00 / 16. – 19.00.

Per tutti coloro che vogliono brindare con lo Studio d’Arte Gentile Polo e tutti i protagonisti dello storico evento, Vi aspettiamo Palazzo Thun il 05 Aprile dalle ore 18.00: non mancate!

Un Natale due castelli e l’Albero degli Artisti

2018 - palla02.jpg

Due fine settimana a tutta festa nei suggestivi borghi medievali di Castellaro Lagusello e Mozambano con“Un Natale due castelli” (8-9 e 15 – 16 Dicembre 2018).

L’evento “Un Natale due castelli” riunisce le sonorità travolgenti della musica gospel del gruppo Gospel Time Choir di Nuvolera, le performance di danza aerea dei noti acrobati LaS RabiS e l’installazione dell’Albero degli Artisti!

2018 - palla02.jpg (Foto di Antonella Bosio)

L’albero di Natale degli artisti si adorna di magiche lanterne cinesi dipinte e decorate a mano da maestri della pittura locale e internazionale su progetto e invito dell’infaticabile Architetto e artista milanese Sig.a Antonella Bosio dell’Atelier Art Dinamico.

Fra le “quote rosa” degli artisti partecipanti all’iniziativa, oltre alla stessa Antonella Bosio, troviamo la trentina Sarah Mutinelli con l’immagine caratterizzante dell’Omino, Nadia Soardi, Carmen Rosa Luzzardi specializzata in decorazione ad Urbino, l’art designer Liala Polato e Rossella Pirro in arte Tela Mancina.

Sul fronte maschile hanno risposto all’iniziativa Michele Avigo, il grafico Paolo Puddu, Dhoi Blanc (Claudio) e il pittore cromatico Gentile Polo del Dinamismo cosmico.

L’albero, inteso come simbolo di vita, era diffuso in tutte le culture, anche prima della nascita del cristianesimo […] I druidi, antichi sacerdoti dei Celti, notando che gli abeti rimanevano sempre verdi anche durante l’inverno, li considerarono un simbolo di lunga vita e cominciarono a onorarli nella festa del solstizio d’inverno.

(in “Tradizioni di Natale: ecco come è nata l’usanza di addobbare l’albero”, di Martina Brusini, news.leonardo.it del 24.12.2013)

I festeggiamenti del solstizio d’inverno vennero fatti coincidere con il Natale ecclesiastico del 25 nel tentativo di combattere il paganesimo ma restò diffuso l’uso dell’albero di Natale.

Anche le tradizionali lanterne di carta cinesi, popolari anche in Corea, Thailandia, Giappone, sono ben auguranti, simbolo di luce e buoni auspici per il futuro, quindi quale miglior idea se non quella di usarle come addobbi per l’albero di Natale?

Ogni artista che ha risposto all’iniziativa come il maestro Gentile Polo ha ricevuto due lanterne a testa da dipingere e decorare secondo il proprio stile e sensibilità e l’effetto finale è davvero emozionante!

2018 - palla01.jpg (Foto esempio: lanterna “Candele” Gentile Polo)

L’evento “Un Natale due castelli” si arricchisce dunque di un angolo di alto valore artistico eseguito gratuitamente come dono al grande pubblico.

“Un Natale due castelli” e tante lanterne magiche Vi aspettano, dopo l’appuntamento dell’8 – 9 Dicembre a Castellaro Lagusello, il 15 e 16 Dicembre a Mozambano dalle 10.00 alle 20.00. L’entrata è libera e gratuita. Vi aspettiamo!

Castelli di-versi a Castel Pietra

Domenica 11 Novembre le antiche sale medievali di Castel Pietra (Calliano, TN) prenderà vita la performance multimediale CASTELLI DI-VERSI del poeta e compositore contemporaneo Walter Vettori.

2018 - Castelli_di-versi_WVettori.jpg

Presentato dall’amico e artista rotaliano Gentile Polo, Walter Vettori ci immergerà fra le oscure atmosfere di Edgar Alla Poe, la potenza sensitiva della poetessa Emily Dickinson, la rottura simbolista e Nietzscheiana di René Karl Wilhelm Johann Josef Maria Rilke,  la vivace rispondenza alla bellezza della poesia di John Keats considerato, nonostante la morte prematura, il maggiore esponente del Romanticismo inglese.

Questi e molti altri saranno gli autori che emergeranno fra le atmosfere sonore ispirate dalle loro poetiche che l’artista multimediale ha composto e pubblicato in rete per tutti gli appassionati del genere.

Non possono mancare le atmosfere visionarie di Franz Kafka e Italo Calvino, catapultando lo spettatore nel mondo mistico e trasmutevole dei protagonisti, in una atmosfera gotica e soprannaturale che ben si sposa ad un castello medievale come Castel Pietra a Calliano.

Con l’entusiastica presentazione dell’artista Gentile Polo dello Studio d’Arte Gentile Polo e il supporto tecnico mixer e video di Vito Nomade, Domenica 11 Novembre Vi aspettano a Castel Pietra le atmosfere gotiche e multi sensoriali di Castelli di-versi del poeta e compositore Walter Vettori.

La performance “Castelli di-versi” è aperta al pubblico (previa prenotazione) e inizierà dalle ore 17.30 nella sala conferenze di Castel Pietra (Via Castel Pietra 1 – TN) e sarà seguita da un caloroso brindisi offerto dai proprietari del castello.

In occasione della performance “Castelli di-versi” di Walter Vettori sarà possibile visitare a richiesta la mostra dell’amico e artista sardo Antonello Serra ARRIA, che resterà in esposizione fino al 30 Novembre 2018.