Fed, Yellen dà l’ultima stretta ai tassi.

Nel giorno del passo d’addio di Janet Yellen, alla sua ultima conferenza stampa come presidente della Banca centrale americana, l’inflazione si conferma il tallone d’Achille della Fed. Come da attese, la governatrice ha annunciato la terza stretta monetaria del 2017, con un rialzo dei tassi di 25 punti base che li porta nella fascia 1,25-1,5%, ma Yellen ha usato toni più foschi rispetto alla riunione del 1 novembre spiegando ancora una volta che le aspettative sull’inflazione restano basse.

La banca centrale Usa ha inoltre migliorato le stime sull’espansione economica, ma Yellen ha precisato che una tale revisione non dovrebbe essere vista come una stima dell’effetto della riforma fiscale che l’amministrazione Trump si appresta ad approvare. Perché se é vero che darà una spinta al Pil, non è ancora chiaro di quanto e per quanto lo farà.

In chiusura, Yellen ha spiegato di essere “preoccupata per la situazione del debito americano”, molto elevato, sottolineando che “le stime dicono che il pacchetto fiscale in approvazione al Congresso potrà farlo salire ulteriormente”.

Sorgente: Fed, Yellen da l’ultima stretta ai tassi. I gestori: “La svolta sull’inflazione? Non prima del 2019” – Focus Risparmio

Privacy Preference Center